Agricoltura

Garantire un elevato livello di approvvigionamento del nostro Paese e del suo popolo nella qualità alimentare. La Svizzera conduce una politica agricola indipendente che promuove un'agricoltura efficiente agendo secondo i principi di economia aziendale.

Asilo

Gli attuali abusi e fallimenti in materia di asilo dovrebbero essere immediatamente perseguiti e corretti in modo che la Svizzera possa continuare ad aiutare le persone in pericolo. Che si cominci ad accogliere persone che hanno veramente bisogno di aiuto, che sia per guerre, calamità naturali, carestie o altro ancora. Il ritiro dei benefici e ritorno sono misure importanti per questo scopo.

Cultura

A mio parere negli ultimi anni, la nostra cultura, le nostre tradizioni stanno mutando.  L'influenza di difersi fattori hanno fatto sì che la cultura e le tradizioni svizzere facciano sempre meno parte della vita quotidiana del cittadino. Ci stiamo sempre più allontanando dalle nostre radici. Dobbiamo ritrovarle, riscoprirle, in modo che in un futuro, potremo continuare a contraddistinguerci.

Economia

L'aumento dei regolamenti nel campo economico deve essere fermato. Dobbiamo ridurre il numero di leggi e regolamenti, nonché la burocrazia attuale, perché questi interventi statali soffocano lo sviluppo economico, la crescita, la creatività e la responsabilità individuale, del privato.

Energia

La Svizzera non può e non deve abbandonare l'energia nucleare, una risorsa pulita, altamente efficiente ed efficace che contribuisce all'indipendenza del paese. Le fonti energetiche alternative e rinnovabili devono essere sviluppate in conformità con le leggi del mercato, quindi senza sussidi e altre misure di redistribuzione. 

Politica estera

La politica estera della Svizzera è aperta al mondo. Negli ultimi anni non serve più gli interessi della propria popolazione, ma bensì degli Stati che ci circondano. La nostra neutralità e indipendenza è in pericolo. L'adesione all'UE, sia diretta o strisciante, deve essere rigorosamente respinta. Sì ad una maggiore apertura economica al BRICS.

Immigrazione

Il buon funzionamento e la prosperità dei cittadini dello Stato richiedono un'alta e una profonda conoscenza e comprensione delle strutture comunitarie e di integrazione culturale. Coloro che vogliono partecipare al nostro modello sociale, che ha dimostrato la sua efficacia, devono soddisfare le sue esigenze. Attualmente la percentuale di stranieri in Svizzera è del 23%. Che ne sarà dei cittadini confederati, tra vent'anni, quando la soglia di stranieri supererà quella degli indigeni?

Famiglia

L'uomo e la donna sono uguali nella società e nella vita lavorativa. La famiglia tradizionale, uomo e donna, cristiana, che costituiscono il fondamento della società , dovrebbero ricevere maggiori agevolazioni fiscali. I genitori sono responsabili dell'educazione dei loro figli, non lo Stato!

Finanza

La priorità dovrebbe essere data alla pianificazione dell'abbandono di determinati compiti dello Stato e il freno all'indebitamento nel bilancio federale. Il segreto bancario, baluardo della piazza finanziaria elvetica, deve essere difeso a tutti i costi!

Fiscalità

L'introduzione di nuove imposte o un aumento di esse, tasse o altri prelievi deve essere rigorosamente evitato. Invece, dobbiamo ridurre il carico fiscale sulla classe media e l'economia. In modo da poter agevolare una migliore qualità di vita, che la Svizzera già possiede.

Formazione

Strisciante degrado del nostro sistema di istruzione pubblica, una volta focalizzata sulle prestazioni e la pratica, deve essere fermato. Si dovrebbe porre un freno all'aumento della formazione accademica a crescere e dare un incentivo a quella professionale. Sì all'insegnamento dei dialetti negli asili (schwiizerdütch, ticinese, walser,..).

Lingue

Negli ultimi decenni nel nostro Paese, composto da quattro lingue ufficiali, ha avuto un drastico cambiamento di rotta per quanto riguarda l'insegnamento delle lingue nell'istruzione. L'inglese ha da subito preso posto dell'italiano in gran parte dei cantoni ed ora la stessa fine la sta facendo il francese. È ora di fermare tutto questo e di ristabilire la precedenza agli idiomi nazionali nelle nostre scuole!

Sanità

L'esplosione dei costi della sanità pubblica devono essere controllati dalla concorrenza, Maggiore trasparenza dei conti e consapevolezza dei costi eccessivi. Assicurazione di base snella sostenuta dai premi moderati per sostituire la grande macchina di distribuzione attualmente in vigore.

Sicurezza

La giustizia e l'esecuzione delle sentenze dovrebbero intervenire in modo più rigoroso e più duro contro la criminalità crescente che colpisce la Svizzera. I diritti delle vittime dovrebbero avere la precedenza su quelle dei delinquenti. Dovrebbe essere garantita una maggiore presenza delle forze di polizia nelle zone di frontiera.

Socialità

L'assicurazione sociale è sull'orlo di una sconsiderata espansione dei servizi e di un abuso intollerante. Questo sviluppo catastrofico non dovrebbe essere sostenuta da un aumento delle entrate, ma piuttosto dev'essere corretto da una riduzione della spesa.

Sport

Lo sport popolare promuove la salute pubblica el gioia di vivere. Per quanto riguarda lo sport d'élite, è di grande importanza economica. Entrambe le forme dello sport dovrebbero essere incoraggiate, ma l'eccesso come doping, la violenza e vandalismo dovrebbero essere severamente combattuti. Sarebbe auspicabile una maggiore diffusione dei giochi tradizionali in quelle aree del Paese ove attualmente non sono praticate.

Trasporti

Il cittadino è libero di scegliere il mezzo di trasporto. Le strade e autostrade devono essere costruiti e mantenuti in conformità a tali requisiti. Le entrate derivate dalla strada e quelle dalla ferrovia dovrebbero essere equamente investite, cosa che attualmente non accade, favorendo la ferrovia. Sì ad un potenziamento dell'infrastruttura dei trasporti pubblici, ma non con finanziamenti derivati dalla strada!